Gli eventi di FARM CULTURAL PARK

Pensati Libera #4 / Conoscenza, Consapevolezza E Creazione

Dal 03/12/2018 al 07/12/2019

Cortile Bentivegna, 92026 Favara AG, Italia

Laboratorio con Morgana Orsetta Ghini, artista e scultrice che crea opere, installazioni, gioielli, ispirate al tema della femminilità.️

“Il mio lavoro di scultrice mi ha portato negli anni ad affermarmi come persona, mi ha dato l’indipendenza mentale di poter affrontare la vita. Ho iniziato a creare gioielli per confrontarmi con un mio limite: quello di realizzare piccole sculture. Per me è sempre stato facile lavorare su grandi dimensioni, da qui l’idea di creare delle sculture da indossare, non gioielli ma opere, messaggi forti legati al tema che da sempre affronto, quello della femminilità intesa come nascita, creazione, vita”

Il workshop si svolgerà attorno all’idea del gioiello inteso non più come ornamento ma come una “scultura da indossare”, simbolo di indipendenza e di appartenenza.
Le ragazze potranno immaginare e allo stesso tempo creare un oggetto fisico realizzato da loro, che possa in qualche modo proiettarle nel futuro, con la realizzazione di una “scultura da indossare”, creata in cera e in un secondo momento fusa in metallo (con il metodo della fusione a cera persa).
Un oggetto fisico, che rimane nel tempo a ricordo dell’esperienza passata insieme, una scultura di per sé piccola ma piena di valori simbolici. Durante il workshop si avrà la possibilità di iniziare un processo creativo e di portarlo a termine.

  • La CONOSCENZA di noi, delle nostre fragilità e dei nostri limiti. Capire chi siamo e cosa possiamo fare, analizzando i tabù dei ruoli creati dalla società e da modelli ai quali non tutti riescono più a riconoscersi.
  • La CONSAPEVOLEZZA delle proprie potenzialità, il “poter fare”.
  • La CREAZIONE intesa come il potere di dare vita a qualcosa con le proprie mani: oltre che un gesto fisico è una libertà mentale.

Chi è Morgana Orsetta Ghini.

MOG – Morgana Orsetta Ghini, si laurea con lode all’Accademia di Belle Arti di Carrara nel 2001. Al cento del suo messaggio artistico, MOG pone l’essenza femminile, intesa come vita. Questo concetto viene raffigurato attraverso un raffinato e discreto uso delle forme della vulva che così diventa, di volta in volta, installazione che denuncia il dramma dell’infibulazione, simbolo della continuità dell’esistenza umana, segno di orgogliosa parità, denuncia di violazioni oltre che simbolo di superamento di inibizioni culturali sotto forma di prezioso monile che arricchisce e decora.

L’ampiezza dei temi affrontati, nelle più diverse forme, fa sì che la vagina venga declinata dall’artista in modi sempre differenti, anche se ben riconoscibile, con un linguaggio sostanzialmente astratto che non altera la forma scelta anche quando sono i materiali a cambiare, sia che si tratti di sculture, installazioni o gioielli; dal marmo al ferro, dall’argento all’oro e al bronzo, fino alle resine, agli acquerelli, e al ricamo.

Cofondatrice del Collettivo OP con il quale è parte integrante dell’esposizione di “Arcipelago Italia. Progetti per il futuro dei territori interni del Paese”, titolo scelto dal curatore Mario Cucinella per il Padiglione Italia alla 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia(26 maggio – 25 novembre 2018) promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, MiBACT.

Morgana Orsetta Ghini vive e lavora tra Berlino e Pietrasanta.

Prenota subito